•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Accoglienza sicura

Gentile cliente,
per prevenire e contrastare la diffusione da Covid -19 abbiamo adottato misure straordinarie quali la sanificazione dei locali comuni e delle camere.
Ci sono anche alcune novità.
Le operazioni di check in posso essere velocizzate inviando i documenti di identità – e i numeri delle targhe dei mezzi di trasporto utilizzati - per e-mail o whatsapp.
Le colazioni avvengono nelle consuete due salette apposite dove i tavoli sono stati debitamente distanziati.
I prodotti disponibili - anche senza glutine - sono tutti monodose.
A causa dell'emergenza sanitaria i ristoranti e le pizzerie sono chiusi con possibilità di asporto e consegna. Potrai consumare la tua cena in camera o se preferisci ti apparecchieremo un tavolo in una delle due salette colazione al pian terreno.
Con alcuni ristoranti convenzionati possiamo emettere fattura unica.

Benvenuti 

L'Hotel Touring di Livorno offre Hotel in Livorno ai propri ospiti un ambiente familiare nel cuore della città, a pochi passi dal celebre Teatro Goldoni. Luogo ideale per soggiorni di lavoro, ma anche per piacevoli vacanze sulla Costa degli Etruschi, l'albergo dista soltanto 2 minuti dalla fermata dell'autobus per la Stazione Ferroviaria e 10 minuti dalla Stazione Marittima.

Una storia da raccontare

L’albergo, piccolo ma non troppo, è gestito da un lui - albergatore praticamente da sempre, da quando è nato (i genitori con la sorellina abitavano al secondo piano della struttura) – e una lei, storica dell’arte con la passione per il restauro ed entrambi per l’arte contemporanea.

L’attività venne aperta dal padre di lui – uomo galante e cortese – che nel 1952 rilevò un albergo preesistente a Livorno, a pochi passi dal celebre Teatro Goldoni, e dopo poco inaugurò un altro albergo a Pisa, gestito oggi dalla sorella. La palazzina dell’800 in breve tempo venne trasformata con l’aiuto dell’eccentrica moglie in un elegante e modernissimo edificio - nei lavori di ristrutturazione sono state ritrovate le tracce delle preesistenze oscurate. In quegli anni – dopo i tragici eventi bellici - tutti avevano voglia di cambiare, di qualcosa di nuovo, di ‘moderno’. Tracce di tutto ciò sono ancora oggi preziosamente conservate, qualche dipinto o applique, un divanetto o una radio, l’ascensore, la parete in ceramica dal pattern geometrico. Tutto (o quasi) è stato e recuperato e restaurato. Alla componente affettiva che è stata all’origine dei primi timidi interventi, si è aggiunta la consapevolezza di una sostenibilità delle scelte progettuali rispondendo così ai principi di tutela ambientale «nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma» (Antoine-Laurent de Lavoisier). Oggetti ed elementi di arredo investiti di una seconda vita che conferiscono all’ambiente un autentico mood vintage e retrò. Qui tutto ha una vita trascorsa, una storia da raccontare.

Ti aspettiamo, per ascoltare la tua.

                                                                            Carlo e Francesca

 

FaLang translation system by Faboba